Interpretazione

The metric of a poem

 

Il DNA metrico altro non che il codice su cui si basa la metrica di una poesia. Esso si fonda su tre elementi fondamentali:

 

parole singole

parole che si fondono con singole sillabe

parole che si fondono con altre parole (pluri o mono-sillabe che siano)

 

La fusione si basa sulla sinalefe: figura metrica che unisce parole le cui ultime sillabe terminano ed iniziano per vocale e che permette di rispettare la metrica e quindi il ritmo di una poesia.

Come ogni vero DNA, pure il DNA metrico della poesia possiede una sua rappresentazione geometrico-spaziale.

La mia traslazione dei tre elementi fondamentali in una dimensione geometrico-spaziale si basata sui fondamenti della filosofia neoplatonica, per non dire teosofica, del matematico M. H. Schoenmaekers. Questa filosofia alla base di tutto il pensiero "De Stijil".

Schoenmaekers restrinse la gamma dei colori ai soli colori primari del cui significato cosmico egli scrisse in Het nieuwe Wereldbeeld :

"I tre colori principali sono sostanzialmente il giallo, il blu e il rosso. Essi sono i soli colori esistenti [...] giallo il movimento del raggio (la verticale) [...] blu il colore che contrasta con il giallo (il firmamento orizzontale) [...] rosso l'unione di giallo e di blu".

 

 

 

Trasporto cos la poesia da me scelta in una dimensione spaziale applicando alla metrica la geo-metria, ovvero metrica della terra.

 

POESIA

 

dimensione spaziale

 

LUOGO SPAZIALE

METRICA

 

geo-metria

 

TERRESTRE