LE MATRICI


                  

                     PARADIGMA INDIZIARIO                   

                                                                                para.jpg (58660 byte)

 

Attraverso il paradigma si giunge a strutturare l'  analogia, ovvero il criterio con cui costruiamo similitudini astratte. Una volta trovati gli elementi costruttivi dell'ipotesi bisogna comporli seguendo il principio della semplicitÓ. Lo scopo finale Ŕ quello di rappresentare il luogo del non luogo estrapolato dallo scritto di  Leopardi, filtrato dalla nostra fantasia e portato nel nostro mondo.

LA PRIMA FASE DEL LAVORO E' STATA CONCLUSA CON LA DETERMINAZIONE DELL'IPOTESI CIOE' QUEL CODICE ASTRATTO CHE PRENDE IL NOME DI PARADIGMA INDIZIARIO.

Le fasi successive al nostro lavoro sono le seguenti:

- INDIVIDUAZIONE DEL PERCORSO INDUTTIVO ossia la ricerca delle MATRICI FORMALI che sono delle immagini estrapolate dal mondo reale rappresentanti il non luogo.

- ORGANIZZAZIONE DELLE MATRICI ossia la prima ipotizzazione di quello che sara' attraverso la regola del paradigma e particolari elaborazioni lo scenario finale.

- RAPPRESENTAZIONE POSSIBILE DI UN LUOGO ovvero rappresentazione soggettiva del luogo dedotto dal pensiero poetico.

LA PROGETTAZIONE AVVIENE SECONDO UNA FASE DI TESI ED ANTITESI.

 

PRIMA FASE

percorso abduttivo

L'universo e' un perenne ciclo di trasformazione della materia, questo meccanismo e' dettato da una forza cieca e fatale LA NATURA, l'umo viene coinvolto , non sa nulla, non e' nulla e nulla puo' fare contro la MORTE.

La natura ha una duplice attribuzione: inizialmente e' considerata come una madre amorosa che aveva cercato di nascondere la nostra realta' ispirandoci nell'animo ILLUSIONI CONSOLATRICI, ma poi essa e' considerata come nemica dell'uomo e comunque di tutti gli esseri da lei generati, intente a seguire certi suoi disegni imperscrutabili, senza curasi affatto della loro felicita'.

 

IMMAGINE 1   PESSIMISMO

TESI                                                          ANTITESI

farfa10.jpg (31589 byte)                               farfa1.jpg (51662 byte)

L'uomo diventa come una farfalla  solo ed indifeso vaga per il mondo schivando i pericoli piu' grossi e cercando di "posarsi" sul fiore piu' "buono" fingendo di sfuggire alla sua realta'.


L'uomo e' immerso nel cosmo sterminato e incomprensibile e non sa   trovare un perche' ne' della vita di esso ne' della sua; e tuttavia pur nella sua angoscia di creatura debole ed effimera , avverte in se una nobilta' spirituale che l'innalza su gli altri esseri e che consiste sopratutto nella sua consapevolezza, nella sua capacita' di abbracciare con la sua mente tutto l'universo.

L'espressione di un tormentoso dibattito dell'anima fra le conclusioni sconsolate della ragione e un'ansia romantica che il poeta scopre assurda, insoprrimibile presente nel fondo del proprio essere, d'infinito d'assoluto, d'eterno: di una giustificazione della vita , di la' dal suo travaglioso cammino e del suo ineluttabile partecipare al nulla.   

IMMAGINE 2    DIGNITA'

TESI                                                          ANTITESI

Pazzia.jpg (38963 byte)                                       Pazziar.jpg (40008 byte)

L'uomo all'interno dell'universo solo ed indifeso cerca rendersi conto della sua situazione ma invano perche' non riuscira' mai ad unire ed ordinare tutta la sua realta'. Questo pensiero di finito ed infinito, fra la nostra vita limitata e circoscritta e il bisogno del perfetto e dell'eterno che e' nel nostro spirito si configura come una lotta continua e senza scampo fra l'io ed il destino.


La memoria e' quella d'infanzia di un primo contatto vergine con le cose, o memoria di giovinezza.: d'un tempo, comunque di illusioni vaste ed indefinite, come il respiro stesso dell'anima . Il tutto significa ritrovare di la dallo squallore e dalla delusione del presente lo slancio generoso  d'un tempo, evocare la dolcezza di quel passato per sempre perduto; cogliere fuori dalla realta' meschina e deludente, la realta' piu' vera , quella arcana e ineffabile  e quindi indefinita,del sentimento.

IMMAGINE 3  FELICITA'

TESI                                                          ANTITESI

foglia.jpg (33632 byte)                                                                    foglia1.JPG (53869 byte)

La rimembranza e' essenziale e principale nel sentimento poetico, ed il poetico si riscontra sempre nel lontano, nell'indefinito e nel vago.


PASSAGGIO LOGICO SUCCESSIVO